Home > Elenco news > Un Arcobaleno alla fine del quale c’è la tua…
  • 25 gennaio

    Un Arcobaleno alla fine del quale c’è la tua… casa. Paola Cigolini: passioni, idee, competenze

    Nei nostri incontri è la volta della titolare di Arcobaleno Immobiliare, in via Baccio da Montelupo a Firenze: ecco il… “viaggio nel mondo di Paola”

    Storie di vita. Storie di persone. Nel mondo di Rete Toscana Casa sono loro, le persone, a fare la differenza. Ogni settimana andiamo così a raccontarne sogni, desideri, propositi, formazione e competenze.

    Questa volta ad accoglierci è Paola Cigolini: siamo in via Baccio da Montelupo, a Firenze, nel piccolo-grande mondo di Arcobaleno Immobiliare S.r.L.. Per quello che è un piacevolissimo “viaggio” nei ricordi, nelle idee, nella formazione di una donna che crede profondamente nel suo lavoro.

    Paola iniziamo da te. Chi sei, dove vivi, cosa ti piace fare nella vita e, soprattutto, come sei arrivata a fare questo mestiere?

    “Vivo a Firenze e nella vita mi piace fare tante cose che non hanno attinenza con la vendita di case. Principalmente mi piacciono la musica e l’arte, quindi concerti di musica rock e mostre di arte. Adoro viaggiare, sarei sempre con una valigia in mano. Frequento corsi di yoga per imparare la respirazione per cercare di avere un atteggiamento zen quando ci troviamo davanti dei clienti o situazioni diciamo… “particolari”. A questo lavoro sono arrivata tramite un amico, provenendo dalla vendita porta a porta, dove per altro mi sono molto divertita. E dove ho imparato veramente, prima di vendere case, a interagire con le persone che trovi nel tuo cammino lavorativo. Nel 2004 quindi questo amico mi ha “costretto” a fare un colloquio di lavoro in un’agenzia e con il titolare è stato “amore a prima vista” per quanto riguarda valori, principi ed etica lavorativa. Da li è iniziato un lavoro, prima come dipendente, poi socia e poi, finalmente, nel 2011 come titolare di una mia agenzia”.

    Cosa vuol dire per te, vendere/far acquistare una casa?

    “Per me vendere o far acquistare casa ad una persona vuol dire cercare di fare realizzare un sogno, che per la maggior parte delle persone comuni si realizza una volta sola nella vita. Per cui incentrano in quel preciso momento ansie, paure, entusiasmi. Come agente immobiliare devi poi cercare di fargliele gestire al meglio, facendo sembrare il passaggio, il più naturale possibile, ed è per questo che molte volte diventi amico di alcuni clienti”.

    PAOLA CIGOLINI - Titolare di Arcobaleno Immobiliare S.r.L.

    Quali le qualità che ritieni indispensabili in un buon agente immobiliare?

    “Ritengo che un buon agente immobiliare, in primis, sappia ascoltare il cliente e le sue necessità, per poi guidarlo al meglio, attraverso i suoi “voli pindarici” e quella che poi è la realtà del mercato in quel momento. Saperlo guidare in una vendita responsabile cercando di offrire il miglior servizio e il miglior supporto per destreggiarsi tra professionisti e documentazione burocratica”.

    C'è un ricordo particolare legato alla tua attività? Un cliente? Una casa?

    “Noi agenti immobiliare credo che potremmo scrivere libri circa le disavventure legate ai clienti o alle vendite/acquisti di case. Uno in particolare è legato alla mia perseveranza nel voler portare a termine un impegno preso. Aver seguito per circa 8-9 anni una coppia che per un motivo o un altro non riusciva a comprare casa. Alla fine nel 2017 sono riuscita a fargli firmare il rogito di acquisto della loro nuova casa e poi, di lì a breve, fargli firmare il rogito di vendita della loro vecchia casa. Insomma, sono riuscita ad ottenere la famosa… quadratura del cerchio”.

    Hai dei settori, degli ambiti di vendita, in cui sei particolarmente specializzata?

    “L’Arcobaleno Immobiliare nasce da una fusione con la storica Agenzia Alpha Immobili specializzata nella vendita di capannoni e tutto quanto inerente immobili commerciali, per cui stiamo abbrancciando una buona fetta del mercato immobiliare. In sintesi, residenziale semplice e di alta gamma. E commerciale.

    Quale, infine, il valore aggiunto che Rete Toscana Casa pensi possa dare alla tua attività?

    “Innanzi tutto la collaborazione lavorativa e la condivisione di principi etici e professionali che nel mondo immobiliare , secondo me , diventano sempre più necessari. Ormai l’agente immobiliare, sensale/improvvisato, (e magari anche senza patentino) deve sparire. Ho trovato comunque il sostegno per crescere professionalmente tramite l’associazione, che cerca di tenerci aggiornati con vari corsi di formazione che richiedono aggiornamenti continui circa i continui cambiamenti della legislazione del settore”.

    Autore: Rete TOSCANA Casa
    Indietro